Fresatura: lavorazione di precisione delle superfici

La fresatura è un’operazione industriale che ha come scopo quello di asportare materiale per ottenere differenti tipologie di superfici. Le fresatrici sono macchine utensili di qualità che garantiscono velocità di taglio, precisione e una finitura accurata per eliminare le irregolarità superficiali. Spesso alla lavorazione di fresatura si associa quella di foratura che consiste nel realizzare, sulla superficie di un elemento, alcuni fori che possono avere diametri e profondità differenti.

Fresatura: lavorazione di precisione

La fresatura è una lavorazione meccanica che si caratterizza per l’estrema precisione e per la buona finitura superficiale dell’elemento. Solitamente si compone di diversi passaggi che vanno dalla sgrossatura, asportazione di materiale in maniera rapida e poco precisa, alla finitura, lavoro di asportazione accurato per ottenere prodotti che rispondano a determinate esigenze per dimensioni, tolleranze e rugosità superficiale.

È una lavorazione che trova applicazione in differenti tipologie di operazioni come la fresatura di estremità, la fresatura a smusso, la fresatura dei filetti. Quest’ultima operazione, in particolare, richiede frese specifiche che realizzano filettature esterne su perni, per ottenere viti, o su fori cilindrici, per ottenere dadi.

La fresatura è utilizzata anche per ottenere forme asimmetriche o complesse.

I parametri di lavorazione principali della fresatura sono la velocità di taglio, da cui dipende anche la velocità di rotazione della fresa, e l’avanzamento degli elementi. Per ottenere un prodotto di qualità bisogna, quindi, stabilire:

  • avanzamento
  • velocità di taglio
  • velocità del mandrino
  • velocità di avanzamento
  • profondità di taglio assiale
  • profondità di taglio radiale

Fresatrice: macchine utensili di precisione

La fresatura viene effettuata attraverso le frese montate su apposite macchine utensili: le fresatrici. Durante il processo di fresatura l’utensile ruota e il pezzo viene spostato: i taglienti della fresa, durante il loro movimento rotatorio, asportano materiale dal pezzo.

Le fresatrici possono essere suddivise in due gruppi più grandi, le fresatrici orizzontali, in cui il mandrino è montato orizzontalmente, e le fresatrici verticali, in cui il mandrino è montato verticalmente.

Inoltre, anche le frese si differenziano a seconda del numero e della disposizione dei taglienti e, in base alle loro caratteristiche, possono essere utilizzate in diversi tipi di lavorazione: dalle frese elicoidali a quelle a denti sfalsati, dalle frese frontali a quelle piane, dalle frese a candela a quelle ad angolo doppio, ogni categoria di fresa è stata progettata per la finitura di particolari superfici.

Il Gruppo Mechnology effettua lavorazioni di fresatura e di fresatura filetto. Grazie a un parco macchine altamente tecnologico realizziamo pezzi che rispettano, in ogni aspetto, il progetto di riferimento, le tolleranze delle dimensioni e il livello di rugosità delle superfici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

cancella il moduloInvia